Assemblee concitate

A oltre un mese dalla chiusura del Congresso, il Circolo del PD di Rignano Flaminio continua a discutere di un unico tema (la costituzione di un gruppo consiliare unico, in  cui dovrebbero confluire i tesserati eletti in liste civiche, attualmente divisi fra maggioranza e opposizione).

Il problema è che così facendo non si produce alcuna soluzione credibile ai problemi ereditati dalle scorse elezioni amministrative, ma si riesce comunque a bloccare iniziative e attività  più opportune e attinenti alla vita dei cittadini.

Cosa aspettiamo a metterci a lavorare,  a far partire le commissioni di lavoro, a pianificare eventi e incontri in cui parlare con i cittadini?

Qui l’ordine del giorno  (odg assemblea_18112017) di cui abbiamo chiesto la discussione e votazione durante l’assemblea di oggi, e in cui prendiamo posizione in modo articolato sul tema del gruppo unico ed esortiamo il segretario ad avviare le attività.

Rompiamo gli indugi, segretario! Il mondo continua anche fuori dall’aula consiliare.

 

Annunci

Per esempio, l’immigrazione

 

Ieri pomeriggio, in occasione della prima assemblea del circolo del Partito Democratico di Rignano Flaminio, Rudy Flores ha presentato una proposta per la creazione di una Commissione di circolo sull’immigrazione territoriale.

Rignano Flaminio, al pari di molti altri paesi dell’Area metropolitana di Roma, vanta un tessuto sociale composito, costituito da cittadini italiani, comunitari, rifugiati ed extracomunitari, ma su questo tema mancano iniziative strutturate per l’integrazione, sia a livello di partito che comunale.

Obiettivo di questa commissione, che Rudy si propone di guidare, è di definire una road map in ambito migratorio, anche promuovendo la conoscenza delle politiche virtuose di integrazione (a livello locale e medio livello), del sistema di protezione SPRAR, delle deliberazioni della Conferenza Metropolitana dei Sindaci in tema di migrazione.

Qui la proposta di Rudy per una Commissione Immigrazione Rignano

Intanto nel PD Alto Adige…

Il congresso del Partito Democratico è un momento per dibattere problemi e visioni. E non per rifugiarsi dietro a un unitarismo di facciata. Non figuranti, ma veri contender, in primarie aperte.

Bolzano. Uwe Staffler, della “minoranza” Pd, lancia la sua candidatura alla segreteria

“Dopo anni di agonia del Partito democratico è arrivato il momento di cambiare decisamente rotta. Occuparsi soprattutto di posti di potere è un esercizio utile a pochi e non serve all’Alto Adige”.

Neanche a Rignano Flaminio.

http://www.buongiornosuedtirol.it/2017/10/bolzano-uwe-staffler-della-minoranza-pd-lancia-la-sua-candidatura-alla-segreteria-del-pd/